Per commodity in materia finanziaria si intende un bene per cui c’è domanda ma che è offerto senza differenze qualitative sul mercato. Questo tipo di prodotti hanno la stessa funzione e lo stesso valore a prescindere da chi lo produce. Un esempio tipico per spiegare in maniera semplice una commodity è attraverso il trading del petrolio e in generale delle risorse naturali combustibili o per quanto riguarda il mercato il mercato inerente ai metalli preziosi.

Come fare trading con le commodity

In genere il mercato delle materie prime viene definito un investimento di rifugio sicuro. In particolare oro argento e palladio sono considerati mercati di rifugio sicuro a cui gli investitori puntano nei momenti di maggiore incertezza e volatilità. In questo momento stiamo attraversando un momento delicato per i mercati delle materie prime ed eseguire azioni di commodity trading è spesso consigliato per chi decidesse di investire con questo imprevedibile e volubile mercato azionario. Abitualmente la vendita e l’acquisto delle commodity viene effettuata attraverso contratti per consegna a termine, chiamate in gergo “futures contract” nelle borse che standardizzano la quantità e la qualità minima delle commodity negoziate. Entrando maggiormente nel tecnico ci sono altri aspetti da stabilire prima di eseguire azioni di investimento come futures sugli indici, asset tangibili netti e hedge. Spesso vi capiterà di trovare questo tipo di terminologia tecnica, ma nonostante il primo impatto si tratta solo di un modo per sintetizzare concetti che stanno alla base del trading e del vostro investimento attuale.

 

Il mercato attuale premia i metalli preziosi

Questo mercato attuale, sta decisamente premiando il settore delle materie prime, ma ancora di più i metalli preziosi come l’oro e l’argento. In particolare si noti come il valore dell’argento è salito repentinamente, come non avveniva ormai da diverso tempo.
Secondo le recenti quotazioni l’oro sta oscillando tra i 35,87 e i 36 euro al grammo. Secondo i valori statunitensi invece la quotazione è sui 1234.36 dollari per oncia. Il valore minino si attesta sulle 1230.34 mentre quello massimo ha raggiunto quota 1235.56. Questo è il dato attuale ma facendo una rapida ricognizione possiamo sicuramente affermare che il valore dell’oro in euro dipende da quanta paura ha il mercato guardando all’economia. Più l’incertezza aumenta, sale anche il prezzo dell’oro che esprime quanto vale in euro. Al contrario, se gli investitori hanno fiducia, l’oro scende e il valore contro la moneta unica diminuisce. Quello che ci preme e ci interessa maggiormente è capire il ruolo dell’oro in correlazione all’euro per poter eseguire un investimento sicuro e durevole con questo mercato altalenante ed estremamente volatile.

In questo particolare momento i mercati risentono delle condizioni dei diversi agenti che sono fermamente convinti si possa scatenare una corsa agli sportelli senza precedenti. Tutto questo modifica e manipola anche il prezzo dell’oro e dell’argento che in teoria dovrebbe salire con queste condizioni di mercato attuale. Molti investitori sono erroneamente convinti che i prezzi dei metalli preziosi siano manipolati dalle mani forti e dalle azioni delle banche centrali, in realtà sebben gli interventi su oro e argento siano innegabili, Fed e istituti analoghi stanno facendo lo stesso con le altre classi di asset come azioni e bond. Bisogna quindi approfittare al massimo di questo mercato incerto e fare un po’ di incetta di metalli preziosi visto che il mercato da qui a breve potrebbe esplodere e il prezzo dei metalli è destinato a salire di diversi punti.